TT:CoCo

Torrenti Transfrontalieri
Conoscenza e Comunicazione

Programma ALCOTRA
Alpi Latine cooperazione transfrontaliera Italia - Francia
Asse 2, Misura 2.1 – Risorse del territorio.

Il progetto

Completamento del quadro conoscitivo sul bacino del torrente Pellice in Italia e raccolta di dettagliate informazioni su sottobacini francesi dell’Alta Durance finalizzati al ripristino di zone umide riparie, alla modellizzazione di colate detritiche, all’informazione e coinvolgimento delle popolazioni ed amministrazioni locali per arrivare alla costituzione di un “Comitato locale di Fiume”.

Il territorio

Le aree di studio per il progetto comprendono il Bacino dellAlta Durance per la Francia e il Bacino del Torrente Pellice per l’Italia.

Entrambe le zone sono vallate alpine ricche di zone naturali di elevato pregio naturalistico, caratterizzate da eventi alluvionali e fenomeni di colate detritiche torrentizie.

Obiettivi e Attività

OBIETTIVO 1
Sviluppo e condivisione di metodologie per la valorizzazione e la fruizione del territorio fluviale alpino.

  • Attività 1
    Conoscere ed analizzare gli eventi passati per prevedere quelli futuri
  • Attività 2
    Valorizzazione di “Zones humides riveraines” in territori alpini transfrontalieri
  • Attività 3
    Modelli per la definizione delle aree di rischio in conoide e test strumentali

OBIETTIVO 2
Educazione permanente alla convivenza col rischio geologico-idraulico ed alla gestione partecipata delle scelte territoriali.

  • Attività 4
    Educazione all’ambiente fluviale montano e costituzione di un “Comitato Locale di Fiume”

CRONOPROGRAMMA DELLE ATTIVITÀ

Prima annualitàSeconda annualità
020304050607080910111201020304050607080910111201

Attività 1

Attività 2

Attività 3

Attività 4

Progetto completo

pdf

"l’acqua disfa li monti e riempie le valli
e ridurrebbe la terra in perfetta sfericità s’ella potesse."Leonardo da Vinci

Partner

L’idea del progetto nasce da una dettagliata conoscenza del contesto territoriale transfrontaliero che ospita i corsi d’acqua oggetto di studio e delle problematiche ad esso connesse.
Il partenariato del presente progetto, ha sviluppato nell’ambito di altri progetti europei la capacità di lavorare insieme in maniera transfrontaliera. I partner sostenuti dagli amministratori italiani e francesi, nell’ambito del precedente Progetto PELLIDRAC, presentano una complementarietà di esperienze tecniche e scientifiche in materia di gestione territoriale e fluviale.

Il capofila Politecnico ha sviluppato un sistema di analisi e valutazioni, riguardanti gli aspetti ecologico-ambientali, idraulici e morfologici, specifico per i corsi d’acqua alpini.

Il Conseil Général des Hautes Alpes, ha maturato una profonda esperienza nel campo della gestione concertata con i territori ripariali attraverso SAGE, SDAGE e Contrat de Riviére. Tali documenti definiscono gli obiettivi e le regole per una gestione integrata e partecipata delle acque a livello locale.

La Provincia di Torino è l’Ente italiano, a livello locale che si occupa di difesa del suolo, di viabilità e di programmi degli interventi sui corsi d’acqua di montagna e sui relativi affluenti e trova nel Conseil Général il partner di supporto ideale pel l’attivazione dei Comitati di Fiume e dei Contratti di Fiume già ampiamente sperimentati e collaudati in territorio francese.

"nessuno potrebbe immaginare quel piccolo rivo d'acqua
coprendo tutta la prateria che si trova nella valle
rovinando tutti i ponti che incontra nella corrente impetuosa,
trascinando seco massi, tronchi, bestie ed ogni cosa"Esondazione del settembre 1920

News

  • 20 ott
    2014

    Contratto di fiume del Torrente Pellice: Prossimi Incontri

    Si segnala che nel ambito del Contratto di Fiume per il T. Pellice, saranno realizzati due tavoli di approfondimento rivolti esclusivamente ad amministratori e funzionari degli enti pubblici interessati (Comuni, etc), i quali riceveranno quanto prima il programma.

    I tavoli riguarderanno gli argomenti delle derivazioni idriche e il rischio idrogeologico, e si terranno nelle date e nei luoghi indicati di seguito:

    - Tavolo di approfondimento sulle derivazioni idriche 28 ottobre ore 14.30-17.30 – Villafranca Piemonte – Sala Riunioni – Palazzo Comunale Piazza Cavour n.1

    - Incontro di aggiornamento e approfondimento sul rischio geologico-idraulico e la riqualificazione fluviale 12 novembre ore 14.30-18.30 – Lusernetta, sala polivalente, Via Ponte Pietra 9.

    Inoltre per il 26 novembre pomeriggio (14.30 -19.00) è stata convocata l’Assemblea di Bacino presso il Salone Polivalente del Comune di Bricherasio, via Vittorio Emanuele II n° 94.

    26 set
    2014

    Compilazione schede

    CONCLUSIONE DEI RILIEVI GEOLOGICO-TECNICI

    Rilievo dei depositi quaternari, rilievo dei tratti torrentizi in deposito ed in erosione, censimento delle opere di difesa

    Nel mese di settembre 2014 sono stati conclusi i rilievi geologico-tecnici sui bacini dei torrenti Cruello e Carofrate, affluenti in sinistra idrografica del T. Pellice.
    La consulenza geologica è stata affidata dalla Provincia di Torino ai geologi Dott. Luca Ossella e Dott.ssa Silvia Pastormerlo, i quali, sotto la supervisione della Dott.ssa Gabriella De Renzo, hanno realizzato una campagna di rilevamento volta ad individuare le criticità lungo gli alvei dei torrenti in esame, ed a valutare la quantità di depositi potenzialmente mobilizzabili durante gli eventi alluvionali.
    Nei PDF allegati è riportato un quadro sintetico dei metodi di indagine e delle informazioni raccolte, attualmente in fase di elaborazione.

    30 giu
    2014

    provincia

    Secondo ciclo dei tavoli di co-progettazione per il Contratto di Fiume del Torrente Pellice

    Nell’ambito del processo che condurrà alla firma del Contratto di Fiume del bacino del Torrente Pellice dalla Provincia di Torino sono stati attivati tavoli di co-progettazione finalizzati alla discussione delle principali problematiche emerse nelle prime fasi del processo e durante il 1° primo tavolo di progettazione partecipata del 17 aprile 2014.

    Il 9 giugno scorso con il tavolo “Promozione dello sviluppo sostenibile” si è concluso il primo ciclo di incontri pubblici.  Il secondo ciclo di incontri di co-progettazione riprenderà dal Tavolo “Qualità e quantità della acqua” il 2 luglio 2014 presso il Comune di Campiglione Fenile.

    Il calendario del secondo ciclo di incontri sarà il seguente:

    • 2 luglio 2014: ore 14.30: Tavolo qualità e quantità delle acque – Comune di Campiglione Fenile – Piazza San Germano 5 – Campiglione Fenile
    • 10 luglio 2014: ore 14.30: Tavolo riqualificazione – dissesto idrogeologico – Sala Consiliare del Comune di Cavour – Piazza Sforzini 1 – Cavour
    • 14 luglio 2014: ore 14.30: Tavolo promozione dello sviluppo locale sostenibile -  Ecomuseo  “Crumiere”,  Piazza Jervis 1, Villar Pellice

    Si ricorda che gli incontri, aperti a tutti i portatori di interesse pubblici e privati, costituiscono un’importante occasione di conoscenza e di confronto per il territorio, per l’individuazione di azioni e politiche volte alla valorizzazione e alla riqualificazione degli ambiti fluviali e perifluviali, che saranno inserite nel futuro Piano d’Azione del Contratto di Fiume.

  • 6 giu
    2014

    vigone_comune

    I tavolo di co-progettazione “Fruizione e promozione dello sviluppo locale sostenibile”

    lunedì 9 giugno 2014 - Sala del Consiglio Vigone

    Continuano i tavoli tematici di co-progettazione del Contratto di fiume del bacino del Torrente Pellice. Lunedì 9 giugno alle ore 14:30, presso la Sala del Consiglio Comunale di Vigone, si terrà il primo incontro relativo alla fruizione e promozione dello sviluppo locale sostenibile.

    Si ricorda che gli incontri sono aperti a tutti i portatori di interesse pubblici e privati, e costituiscono un’importante occasione di conoscenza e di confronto per il territorio, per l’individuazione di azioni e politiche volte alla valorizzazione e alla riqualificazione degli ambiti fluviali e perifluviali, che saranno inserite nel futuro Piano d’Azione del Contratto di Fiume.

    6 giu
    2014

    Gap_CG

    Giornata di informazione sulla gestione dei rischi naturali in ambiente montano

    Il 17 giugno nella sede del dipartimento 05 a Gap

    Il Conseil Général delle Hautes-Alpes organizza per martedì 17 giugno una giornata di informazione sulla gestione dei rischi naturali in ambiente montano (applicazione al rischio alluvioni) nella sede del dipartimento a Gap. Gli eletti dei comuni delle Hautes-Alpes e le strutture che si occupano della gestione dei rischi naturali sono invitate a partecipare a questo evento. Questa giornata è organizzata nell’ambito di due programmi europei Alcotra TT:CoCo e GIRN (CIMA-POIA).

    Durante la giornata interverranno: F. Liébaut – Irstea Grenoble -   Rischi torrentizi nelle Alpi;
    S. Anquetin – LTHE Grenoble - L’idrologia in ambiente montano;
    D. Cœur – Acthys-diffusion Grenoble – Gestione del rischio legato alle alluvioni;
    V. Boudières – PARN Grenoble - Governace del rischio naturale in Europa;
    P. Bouvet – ONF-RTM 05 Gap - I rischi in ambiente montano;
    P. Mériaux – Irstea Aix en Provence - Il progetto RHYTMME;
    C. Graf – WSL Birmensdorf - Sistemi di allerta per la protezioni, caso del Illgraben;
    E. Renou – SM3A Saint Pierre en Faucigny - Esperienza del piano di gestione della Giffre;
    P. Lecordix – DDT 05 Gap - Quadro legislativo per la gestione dei rischi naturali;
    G. Mollion – barreau de Grenoble - Giurisprudenza e responabilità dei sindaci;
    S. Guillermin / H. Champion / I. Chouquet – Agence de l’Eau RMC / Regione PACA / CG Hautes-Alpes - Finanziamento degli interventi;

    Si allega il programma della giornata.

    3 giu
    2014

    visita_tecnica

    Pellice visita tecnica per gli studenti del Politecnico

    Visita tecnica sul torrente Pellice per gli studenti del corso di Indicatori ecologici e  tossicologici del politecnico di Torino. La professoressa E. Comino, titolare del corso, e il professore M. Rosso hanno illustrato agli studenti del corso di Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio le criticità e le peculiarità dell’alto Pellice.  In particolare è stato possibile visitare l’intervento di sistemazione idraulica in località Jalla-Doni (Torre Pellice), osservare la confluenza Cruello-Pellice con le opere di difesa presenti. Inoltre è stato possibile  effettuare diverse osservazioni dei risultati del progetto Pellidrac sia sull’evoluzione morfologica del Pellice che dello stato ambientale del corso d’acqua

  • 16 apr
    2014

    slide_17_aprile_2014

    Tavolo di Progettazione Partecipata del Contratto di Fiume del Bacino del T. Pellice

    Il giorno giovedì 17 aprile 2014, dalle ore 9.00 alle 17.00 presso il Centro Conferenze Forterocca di Bobbio Pellice, in Via Peyrot 5 si terrà il 1° primo tavolo di progettazione partecipata del Contratto di Fiume del Bacino del Torrente Pellice.

    L’incontro sarà un’importante occasione di conoscenza e di confronto per il territorio: attraverso l’organizzazione di gruppi di lavoro tematici si faranno emergere proposte di interventi e azioni che, dopo ulteriore condivisione e confronto in momenti successivi, saranno inserite nel futuro Piano di Azione del Contratto.

    Si allega il programma della giornata

    1 apr
    2014

    guida escursionistica

    Terzo ciclo di lezioni

    Uscita sul territorio

    Lunedì 14 aprile inizierà il ciclo di escursioni sul terreno con gli alunni delle scuole che hanno aderito al progetto di formazione del TT:CoCo.
    La società Achab, che si occupa dell’organizzazione del progetto formativo rivolto alle scuole, ha affidato alla Dott.ssa Sabrina Bergamo l’incarico di accompagnare le classi sul terreno, in qualità di esperta delle tematiche da affrontare e guida escursionistica della Regione Piemonte.
    Il percorso individuato è uguale per tutte le classi, e permette di osservare da vicino l’ambiente fluviale e perifluviale in destra idrografica del T. Pellice tra Bobbio Pellice e Villar Pellice. L’itinerario è lungo circa 3,5 km ed è pianeggiante. Gli alunni e gli insegnanti saranno accompagnati sul posto e riaccompagnati in classe da un servizio di trasporto su pullman a cura della Provincia di Torino.

    Si potranno osservare sul terreno gli aspetti legati alla flora ed alla fauna, individuando specie vegetali caratteristiche dell’area ma anche specie “aliene”, ed individuando gli habitat degli animali nominati nelle lezioni in classe, sperando di riuscire ad avvistarne alcuni.
    Inoltre si osserveranno gli aspetti geomorfologici dell’area (terrazzi alluvionali, paleoalvei…) e si faranno riflessioni sui depositi torrentizi, analizzando la dimensione dei blocchi, il colore, la litologia…
    In un determinato punto del percorso sarà possibile entrare nell’alveo del T. Pellice e, rimanendo all’asciutto sui depositi di sponda, campionare l’acqua del torrente e rilevarne temperatura, colore, ossigenazione e pH.
    Il percorso consente inoltre di osservare le opere di difesa quali scogliere ed argini.

    15 mar
    2014

    Strumenti di lavoro per rilievi geologici

    RILIEVI GEOLOGICO-TECNICI

    Rilievo dei depositi quaternari, rilievo dei tratto torrentizi in deposito ed in erosione, censimento delle opere di difesa

    Dal mese di marzo 2014 è in corso una campagna di rilievi geologico-tecnici sui bacini dei torrenti Cruello e Carofrate, affluenti in sinistra idrografica del T. Pellice.
    Tale campagna è partita in seguito ad aver raccolto informazioni di inquadramento territoriale dell’area ed aver individuato i particolari aspetti critici da rilevare.
    In particolare il rilievo è finalizzato ad ottenere tutte le informazioni necessarie a quantificare il materiale potenzialmente mobilizzabile in colate detritiche durante gli eventi alluvionali, ed a valutare l’efficienza delle opere di difesa presenti.

  • 18 feb
    2014

    nes_laboratori

    Secondo ciclo di lezioni

    Gioco di ruolo sulla gestione dell'acqua e del territorio e Laboratori didattici di cartografia o sulla natura

    Nel mese di gennaio 2014, al termine del primo ciclo di lezioni negli istituti scolastici aderenti all’iniziativa formativa del progetto TT:CoCo, si è potuto ragionare sulla risposta avuta da parte degli alunni. È stata riscontrata una buona partecipazione ed uno spiccato interesse verso le tematiche affrontate.
    Il 18 febbraio 2014 inizierà il secondo ciclo di lezioni con la prima lezione in programma presso l’istituto di scuola secondaria di primo grado di Cavour.
    Questo ciclo di lezioni è stato ideato per favorire l’apprendimento attivo in classe degli alunni, prevedendo delle attività della durata di 3 ore ciascuna.
    Ai docenti è stata fornita l’opportunità di scegliere se realizzare un incontro strutturato come Gioco di Ruolo o come Laboratorio (a scelta tra Laboratorio di Cartografia e Laboratorio Flora e fauna e aspetti geomorfologici dei torrenti).
    La maggioranza delle adesioni è stata data al Gioco di Ruolo (11 gruppi-classe su 18), in cui gli alunni si immedesimano in determinati ruoli (ad esempio “l’agricoltore”, “la ballerina gialla”, “il complesso residenziale”), ognuno dei quali portatore di un’opinione, e vengono motivati a ragionare in termini di tutela dell’ambiente e delle risorse per individuare idee condivise per la corretta gestione del territorio.
    Questa lezione permetterà di spiegare agli alunni l’importanza del “Comitato di Fiume”, che svolge nella realtà un’attività molto simile alla loro esperienza.
    Il laboratorio “Flora e fauna e aspetti geomorfologici dei torrenti” è stato scelto da 5 gruppi-classe, vede la partecipazione solo di classi degli istituti di formazione primaria.
    Infine il Laboratorio di “Cartografia”, verrà trattato con due classi di quinta elementare.
    Sia tramite l’esperienza del Gioco di Ruolo, sia tramite i Laboratori, agli alunni viene proposto un veloce ripasso di quanto esposto durante la prima lezione, per garantirne la continuità, e si sottolinea che seguirà un terzo incontro sul terreno, in cui si vedranno dal vivo le caratteristiche del territorio viste insieme in classe.

    4 dic
    2013

    trasporto solido

    Primo ciclo di lezioni

    tematiche: flora e fauna della val Pellice, Rischio idrogeologico e utilizzo dell'acqua.

    In data 4 dicembre 2013 si terrà la prima lezione del primo ciclo di incontri con gli alunni degli istituti scolastici che hanno aderito all’offerta formativa promossa dal progetto TT:CoCo. Le lezioni di questo ciclo sono programmate nei mesi di dicembre 2013 e gennaio 2014, e prevedono incontri della durata di un’ora e mezza con ogni classe o gruppi-classe dove sono state accorpate alcune sezioni a causa del ridotto numero di studenti.
    Le lezioni saranno tenute da personale qualificato ed esperto degli argomenti trattati: Andrea Crocetta e Davide Gay si alterneranno nella gestione delle lezioni.
    Il materiale didattico, realizzato tenendo conto degli interessi espressi dai docenti e delle indicazioni fornite dalla Provincia di Torino, è composto da una presentazione incentrata sulle tematiche territoriali ed ambientali della Val Pellice. A questa parte centrale, comune per tutte le classi, seguono degli approfondimenti sui temi selezionati dai docenti di:
    - Flora e Fauna;
    - Rischio Idrogeologico;
    - Uso della Risorsa.

    11 ott
    2013

    wetpol2013

    INTERVENTO AL CONVEGNO WETPOL2013 A NANTES, FRANCIA

    Al 5th Wetpol Symposium on Wetland Pollutant Dynamics and Control, che si terrà a Nantes dal 13 al 17 ottobre 2013 la professoressa Elena Comino esporrà un contributo intitolato: “Ecological restoration design of an antropized riverine wetland”.
    In questa occasione verranno presentati i risultati preliminari dello studio realizzato in località Flissia nel comune di Villar Pellice (TO), focalizzando l’attenzione sull’importanza naturalistica del sito, che si inserisce nel contesto della Valle Pellice, caratterizzata da un’importante copertura forestale e dalla presenza di due Siti di Importanza Comunitaria (SIC).
    La presenza del Torrente Pellice ne aumenta il valore ecologico, perchè rappresenta un corridoio ecologico caratterizzato da linearità.
    Si spiegherà come la realizzazione di una Zona Umida potrebbe servire come “buffer zone” tra il torrente ed i terreni agricoli e che verrebbe incontro alle esigenze della popolazione.
    Le scelte progettuali di riqualificazione dell’area si baseranno non solo sui dati scientifici e sulle scelte logistico-operative, ma anche sugli aspetti sociali.

  • 9 ott
    2013

    lab_cartografia_inizio attività scolastica

    TT:CoCo nelle scuole della Val Pellice

    Programmazione dell'attività di educazione all'ambiente rivierasco

    In relazione all’attività 4 “Educazione all’ambiente fluviale montano e costituzione di un «Comitato locale de Fiume»“, in data 9 ottobre 2013 è stato affidato dalla Provicia di Torino alla società ACHAB s.r.l. l’incarico di effettuare la divulgazione delle tematiche relative al progetto TT:CoCo negli istituti scolastici del territorio della Val Pellice.
    In seguito ad aver contattato i docenti delle scuole che si trovano nel bacino del T. Pellice ed aver illustrato le modalità di realizzazione dell’offerta formativa prevista e le finalità dell’iniziativa, sono state raccolte le adesioni da parte dei docenti.
    Le classi aderenti al progetto comprendono le classi elementari dei comuni di Luserna San Giovanni, Torre Pellice e Villar Pellice, e le classi medie dei comuni di Cavour e di Torre Pellice per un totale di 320 allievi coinvolti.

    La società ACHAB provvederà a stilare un calendario delle lezioni, e con l’aiuto dei partner italiani a preparare il materiale didattico necessario.

    L’offerta formativa si compone di 3 incontri con le classi:
    - I incontro: nei mesi di dicembre 2013-gennaio 2014 è prevista una prima lezione teorica sui temi inerenti al progetto TT:CoCo, con approfondimenti sui temi di: Flora e Fauna, Geomorfologia e Rischio Idrogeologico, Acqua come Risorsa;
    - II incontro: nei mesi di febbraio-marzo 2014 si stimolerà l’apprendimento attivo in classe con Giochi di Ruolo e Laboratori;
    - III incontro: nei mesi di aprile-maggio 2014 verrà effettuata un’uscita sul terreno con gli alunni, momento nel quale sarà possibile per loro vedere di persona gli elementi naturali introdotti nelle due lezioni precedenti.

    26 set
    2013

    foto_fabiana

    Tesi di laurea: “Progetto TT:CoCo: progettazione preliminare di intervento di rinaturalizzazione in zona perifluviale”

    Fabiana Silvia Demarie - Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino

    Giovedì 26 settembre 2013 sarà discussa una tesi inerente il progetto TT:CoCo, in sede di laurea del percorso di studi in Pianificazione Territoriale, Urbanistica e Paesaggistico–Ambientale della Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino.
    La tesi, dal titolo “Progetto TT:CoCo: progettazione preliminare di intervento di rinaturalizzazione in zona perifluviale”, è stata realizzata da Fabiana Silvia Demarie sotto la guida di Alberto Quaglino in qualità di relatore e di Elena Comino come correlatrice e si inserisce nell’attività 2 “Recupero di «Zones humides riveraines» in territori alpini transfrontalieri”.
    L’elaborato di tesi riguarda un’area perifluviale del T. Pellice, nel comune di Villar Pellice, occupata da vagoni di treni che erano stati riutilizzati a fini turistici come roulottes in un ex-campeggio.
    Nella previsione di effettuare un ripristino di quest’area tramite la rimozione delle strutture esistenti e riqualificando l’area in un contesto di Zona Umida, nella tesi di Fabiana verranno analizzate alcune proposte progettuali, corredate da rendering grafici sui possibili scenari futuri. In particolare è stata proposta la realizzazione di una zona umida artificiale, una area sportivo-ricreativa, una di rinaturalizzazione e un giardino didattico.

    23 lug
    2013

    news_23_07_001

    Inizio rilievi ecologico-ambientali sui torrenti

    versante francese

    Nell’ambito dell’attività 2 (Recupero di « Zones humides riveraines » in territori alpini transfrontalieri), in data 23 luglio 2013 sono iniziate le attività di studio e monitoraggio delle caratteristiche ecologico-ambientali di un tratto della Clarée nel Comune di Névache (05), da località Le Cross fino al Pont de la Lame, attraverso l’applicazione dell’Indice Multihabitat, IFF (Indice di Funzionalità Fluviale) e IBGN (Indice Biologique Globale Normalisé). Come già accennato si utilizzerà la stessa metodologia di studio già utilizzata nel bacino del T. Pellice.
    Questa attività è stata condotta dal Politecnico di Torino e dal Conseil Général des Hautes-Alpes, i partner si sono avvalsi della collaborazione della naturalista Barbara Rizzioli.

  • 28 giu
    2013

    Indice Multihabitat Rospard

    Inizio rilievi ecologico-ambientali sui torrenti

    versante italiano

    Nell’ambito dell’attività 2 (Recupero di « Zones humides riveraines » in territori alpini transfrontalieri), in data 28 giugno 2013 sono iniziate le attività di studio e monitoraggio delle caratteristiche ecologico-ambientali dei tratti terminali del T. Cruello e del T. Rospard nel territorio italiano attraverso l’applicazione dell’Indice Multihabitat, IFF (Indice di Funzionalità Fluviale) e IBGN (Indice Biologique Globale Normalisé).
    Questa attività è stata condotta dal Politecnico di Torino e dal Conseil Général des Hautes-Alpes, i partner si sono avvalsi della collaborazione della naturalista Barbara Rizzioli.

    Le metodologie di studio, riconosciute a livello internazionale, sono state scelte tra quelle abitualmente utilizzate (IFF e Multihabitat in Italia, IBGN in Francia) dagli enti preposti al fine di controllare lo stato di salute dei corsi d’acqua.  L’applicazione degli stessi metodi, in entrambi i bacini di studio,  permetterà  oltre che di condividere le metodologie stesse, anche di compare i risultati e tentare di collerare gli indici.

    18 mag
    2013

    news_18_05_2013-RID

    Reseconto dell’incontro di Presentazione del Progetto TT:CoCo

    L’incontro pubblico di “Presentazione del Progetto TT:CoCo e Esperienze di Contratto di Fiume” ha visto la partecipazione di sindaci del territorio, alcuni giornalisti e membri di Legambiente.
    Dopo un breve discorso di accoglienza da parte del sindaco di Torre Pellice Claudio Bertalot, l’assessore Ronco ed altri rappresentati politici hanno portato la loro esperienza sull’importanza della pianificazione territoriale a scala di bacino e l’opportunità di sfruttare fondi europei per migliorare la conoscenza e la cooperazione tra diversi enti transfrontalieri.
    Successivamente i diversi parner del progetto si sono succeduti illustrando le attività previste nel progetto e l’attuale avanzamento dei lavori.
    Gli interventi conclusivi riguardavano la tematica relativa al Contratto di Fiume, in particolare Isabelle Chouquet ha portato ad esempio l’esperienza positiva del Contrat de Riviére in Francia, mentre Paolo Mancin ha illustrato l’iter normativo per attuare il Contratto di Fiume e le esperienze in questo campo della Regione Piemonte.
    A margine dell’incontro la Provincia ha reperito i contatti dei responsabili delle istituzioni scolastiche della Val Pellice e Pinerolese, al fine di poter impostare una proposta didattica sulle tematiche ambientali riguardanti i torrenti alpini, e verificarne l’interesse e la disponibilità a partecipare all’Attività 4 delle istituzioni stesse.

    10 mag
    2013

    Logo_TTCoCo

    Incontro: “Presentazione del Progetto TT:CoCo e Esperienze di Contratto di Fiume”

    Si terrà la “Presentazione del Progetto TT:CoCo e Esperienze di Contratto di Fiume“, presso la Sala Consiliare del Comune di Torre Pellice, a partire dalle ore 13.30 del 17 maggio prossimo. Si invitano a partecipare gli amministratori locali e la popolazione rivierasca tutta.
    Interverranno:
    CLAUDIO BERTALOT – Sindaco di Torre Pellice
    ROBERTO RONCO – Assessore all’Ambiente della Provincia di Torino
    VICTOR BERENGUEL- Vice Président en charge de l’agenda 21 et de l’Environnement
    RICHARD SIRI- Vice –Président en charge de la Culture, des affaires Européennes et Régionales
    GUGLIELMO FILIPPINI – Provincia di Torino – Dirigente Servizio Difesa del Suolo e Servizio Pianificazione Risorse Idriche
    GABRIELLA DE RENZO – Provincia di Torino – Servizio Difesa del Suolo
    ELENA COMINO – Politecnico di Torino – DIATI
    MAURIZIO ROSSO – Politecnico di Torino – DIATI
    ISABELLE CHOUQUET – Conseil Général Hautes Alpes – Dirigente Servizio Risorse Naturali
    ANNE-SOPHIE DROUET – Conseil Général des Hautes Alpes – Servizio Risorse Naturali
    PAOLO MANCIN – Regione Piemonte – Responsabile del Settore Tutela Qualitativa e Quantitativa delle Acque Direzione Ambiente
    Si allega il programma dettagliato dell’evento.

  • 27 mar
    2013

    news_26_03_001

    Inizio sopralluoghi Val Pellice

    In data 26 marzo 2013 sono iniziate le attività di terreno in Val Pellice volte all’individuazione delle aree perifluviali idonee per una possibile rinaturalizzazione a zona umida.
    Contemporaneamente sono stati avviati i sopralluoghi preliminari al fine di migliorare la conoscenza sui conoidi caratterizzati da una maggior pericolosità legata ai fenomeni di colate detritiche e piene torrentizie, con maggior attenzione ai conoidi fortemente antropizzati.
    Questa attività proseguirà fino alla fine del mese di maggio 2013 e permetterà di individuare differenti aree di studio, il cui approfondimento sarà condiviso con gli amministratori locali.

    15 feb
    2013

    Logo_TTCoCo

    Attestazione avvio progetto

    Prima riunione tra i Partner per prendere conoscenza dell’avvenuto finanziamento e individuare le prime attività da svolgere nel progetto e decretarne l’avvio operativo.
    Alla riunione, tenutasi al centro multifunzionale dei Pompieri di Mont-Dauphin (05), hanno partecipato: Prof.ssa Elena Comino in qualità di Capofila, Prof. Maurizio Rosso per il Politecnico di Torino, Dott. Isabelle Chouquet per il Conseil Général des Hautes-Alpes, Dott. Gabriella De Renzo per la Provincia di Torino.

    15 gen
    2013

    Logo_TTCoCo

    Approvazione progetto TT:CoCo

    Approvazione del progetto Torrenti Transfrontalieri: Conoscenza e Comunicazione.

    In data 15/01/2013, il Comitato di Sorveglianza del programma ALCOTRA 2007-2013 ha accolto la domanda per il finanziamento del progetto “TT:CoCo – Torrenti Transfrontalieri: Conoscenza e Comunicazione”.

    La realizzazione del progetto copre un arco temporale di 2 anni, con data di avvio il 15 febbraio 2013 e termine il 15 febbraio 2015.

    Il partenariato del progetto è così composto:
    - Politecnico di Torino – Direzione DIATI con ruolo di Capofila;
    - Provincia di Torino – Servizio Difesa del Suolo e Attività Estrattiva e Servizio Pianificazione Risorse Idriche in qualità di Partner;
    - Conseil Général des Hautes-Alpes Direzione Politiques Territoriales, Eau, Environnement in qualità di Partner.

    Questo progetto è volto ad ottenere un completamento del quadro conoscitivo sul bacino del torrente Pellice in Italia e raccolta di dettagliate informazioni su sottobacini francesi dell’Alta Durance finalizzati al ripristino di zone umide riparie, alla modellizzazione di colate detritiche, all’informazione e coinvolgimento delle popolazioni ed amministrazioni locali per arrivare alla costituzione di un “Comitato locale di Fiume”.

    Il progetto TT:CoCo nasce dall’esperienza maturata nel progetto PELLIDRAC (2009-2012), che coinvolgeva gli stessi Partner e le aree territoriali dei bacini montani del torrente Pellice e del torrente Drac.

"il salice ha bisogno del fiume che lo bagna
e il fiume nasce al sole che scioglie la montagna
e in questo senso d'armonia profondo
vorrei che si vivesse sempre al mondo"Roberto Vecchioni

Incontri e eventi

"Il mulino non macina senz'acqua."Proverbio popolare

Contatti

Compila il form per inviarci una mail o contatta direttamente i referenti del progetto.

Referenti

Politecnico di Torino
DIATI – Dipartimento di Ingegneria dell’Ambiente, del Territorio e delle Infrastrutture
Elena Comino, Maurizio Rosso, Gianluca Negra, Andrea Sanna

Provincia di Torino
Gabriella De Renzo

Conseil Général des Hautes Alpes
Isabelle Chouquet